Su Wolf 128

esports

Sharing Economy / Motorsprint senza sprint / Quante [poche] sono le imprese innovative in Italia / Spam / Freelance isn’t free act / Instabook, lo Shazam della letteratura / La performance online della GDO italiana. È questo il menù dei Post-it di Pier Luca Santoro, nel numero 128 di Wolf.

[Per leggere il numero 128 di Wolf e l’archivio, abbonati]

Nell’analisi delle previsioni di Michael Wolf ci occupiamo di eSports che, secondo il CEO di Activate (e anche secondo i numeri), sono uno dei mercati digitali che conosce l’espansione più interessante.

[Per leggere il numero 128 di Wolf e l’archivio, abbonati]

Infine, attraverso l’analisi degli ultimi numeri di Stratechery, una lezione per tutti coloro che lavorano nel mondo della comunicazione.

[Per leggere il numero 128 di Wolf e l’archivio, abbonati]

Wolf su Slack

schermata-2016-11-16-alle-18-00-25
Wolf ha un suo canale Slack aperto esclusivamente agli abbonati. È un luogo dove si svolgono conversazioni ad alto valore aggiunto, divise per argomento di interesse.

Un luogo dove si segnalano letture, offerte (e richieste di lavoro), dove si parla di SEO o di social, di Amazon, di marketing, di startup, di notizie italiane o estere, di giornalismo e giornalisti.ì.

Un luogo dove si possono chiedere pezzi alla redazione di Wolf, dove si possono mandare lettere alla redazione.

Il canale Slack di Wolf, insomma, è il posto in cui la comunità di Wolf si riunisce. È il posto in cui si parla di cose che ti interessano se sei un lavoratore dell’informazione. È il posto in cui si parla anche di te.