Su Wolf 122

Wolf 122Il numero 122 di Wolf propone un menù particolarmente ricco, riservato a chi si abbona.

Virginia Fiume – abbonata al nostro magazine B2B, molto attiva nella nostra comunità di conversazione – ha conversato con Federico Badaloni. Ne è venuto fuori un pezzo molto interessante in cui si parla di architettura dell’informazione e in cui Badaloni risponde alle nostre critiche relativamente alla modalità scelta per interagire con i lettori nella riprogettazione della home page di Repubblica.it.
È un contenuto ideale, per Wolf, perché mette insieme la ricchezza dell’avere una comunità di riferimento di addetti ai lavori e interessati, la necessità di ricreare un ecosistema in cui si può parlare nel merito delle cose veramente, uscendo dalle logiche italiche del si fa ma non si dice, e si dà spazio a critiche e risposte alle medesime, in un circolo virtuoso che non può che aiutarci a migliorare.

[Per leggere la conversazione, abbonati a Wolf. Avrai accesso anche a tutto l’archivio]

Pier Luca Santoro fa una selezione ragionata delle notizie imperdibili di oggi. I temi.

Il Manifesto “batte” tutti / Se il lavoro digitale ci riporta all’Ottocento / Facebook e non solo, un gorilla in redazione / Un caso di pessimo crisis management / Twitter & El Pais / La verità mi fa male lo sai / Sempre la stessa storia / L’uso di Facebook: cinque strategie a confronto / Giornalisti e testate cinguettano [quasi] solo tra loro /

[Per leggere la conversazione, abbonati a Wolf. Avrai accesso anche a tutto l’archivio]

Alberto Puliafito fa un’analisi delle dichiarazioni che riguardano il futuro di una testata verticale potenzialmente molto interessante: Calcio e Finanza.

[Per leggere la conversazione, abbonati a Wolf. Avrai accesso anche a tutto l’archivio]