Su Wolf 112

keyword-coda-lunga

Su Wolf 112 comincia – e proseguirà nei prossimi numeri – la saga della coda lunga. Ovvero: keyword, come cercarle, come trovarle e come usarle. Non solo per la SEO, ma anche per le campagne, per ottimizzare i siti anche da un punto di vista strutturale.

[Per leggere tutto, abbonati]

Poi ci sono i Post-it di Pier Luca Santoro, la selezione imperdibile di notizie che oggi propone questi argomenti:

La riforma dell’editoria vista dalle edicole / Digitale, i 10 profili più richiesti [Forse] / Il dovere di riflettere / Social media tools, la lista definitiva / Il digitale in Italia nel 2016 / Giorni neri / 800 e-books

[Per leggere tutto, abbonati]

La saga della coda lunga comincia così:

Chi segue Wolf da tempo sa bene che sono molto scettico nel fornire strumenti automatici per fare qualsiasi tipo di operazione: sono convinto, infatti, che l’unico approccio corretto possibile per comprendere il lavoro di ottimizzazione sul web (non solo per i motori di ricerca: ottimizzazione nel senso più lato possibile) sia necessario fare un lungo percorso manuale.

Il concetto più difficile da introiettare è quello della keyword. O meglio, delle keyword. Nel numero 102 di Wolf abbiamo parlato di come (iniziare) a cercare parole chiave per la SEO, ed è il momento di sviluppare l’argomento. Vedremo, in realtà, anche nei prossimi numeri, che questo tipo di ricerca serve per molte altre cose.

In generale, ho scoperto che l’esempio più eclatante per far capire a tutti cosa si intenda per keyword e perché la keyword sia una cartina di tornasole per capire come le persone parlino di un determinato argomento, è quello del jobs act.

[Per leggere tutto, abbonati]